Carbone vegetale alimentare, benessere per il tuo corpo

carbone vegetale

Carbone vegetale o carbone attivo.

Il carbone vegetale o carbone attivo, un alleato dalle molteplici proprietà curative e disintossicanti che dona benessere all’intero apparato gastrointestinale.

Sempre più apprezzate, le doti del carbone vegetale, oltre a curare vari disturbi legati al ciclo digestivo, rendono la nostra cucina più ricca, salutare e particolarmente aromatica.

Si trova in commercio come carbone vegetale in polvere o pastiglie di carbone.

Ma cos’è il carbone Vegetale?

Il carbone vegetale a uso alimentare è il ricavato della combustione controllata in atmosfera scarsa di ossigeno di legname di pioppo, di salice,betulla ed altre specie.

La legna viene riscaldata in atmosfera povera di ossigeno ad una temperatura compresa tra i 500 e i 600 °c in modo da generare una combustione priva di fiamma in grado di trasformare la legna in carbone.

Il carbone attivo vegetale ad uso alimentare ricavato dalla lavorazione, viene poi macinato per produrre una polvere finissima pronta per la vendita e dalla stessa polvere mediante compressione vengono prodotte capsule e tavolette di carbone.

Il carbone in polvere viene usato in cucina per la preparazione di pane al carbone vegetale, panini per hamburger , muffin al carbone attivo , la pizza al carbone vegetale e un numero altre bontà.

Le pastiglie di carbone vegetale invece vengono usate per la cura di Aloitosi, aerofagia, meteorismo, gastriti, acidità di stomaco, gonfiore, diarrea e perfino per la cura di alcune intossicazioni alimentari.

Sono sempre più diffuse in commercio anche delle maschere al carbone attivo per la pulizia del viso veramente efficaci e atossiche.

carbone vegetale beneficicarboni attivi




Proprietà del carbone vegetale

La caratteristica principale del carbone attivo è la grande capacità di assorbire e trattenere grosse quantità sia di gas che di liquidi nettamente superiori al suo volume.
Grazie alla sua spiccata dote assorbente, nella cura di intossicazioni alimentari, ingloba i veleni e ne permette il transito intestinale senza che vengano assorbiti, in alcuni casi viene integrato con dei lassativi a baser salina per facilitarne l’evaquazione.
Purtroppo non ha la capacità di inattivare l’azione di sostanze acide, corrosive e caustiche.
La stessa caratteristica assorbente, lo rende adatto alla cura delle affezioni gastrointestinali come aerofagia, meteorismo, flatulenza, diarrea etc.
Avvertenze: Prima di utilizzare il carbone vegetale consultare il medico in quanto, oltre ad assorbire liquidi e gas, il carbone vegetale alimentare assorbe anche i principi attivi dei farmaci inficiandone l’assunzione.



Effetti collaterali e controindicazioni

Il carbone attivo è generalmente innocuo, ma assunto in dosi abbondanti e a lungo, può generare vari disturbi, in particolar modo se sono presenti lesioni nell’apparato digerente.

Non viene assorbito dalle mucose, ma le assorbe e potrebbe provocare secchezza nel tratto intestinale rendendo più faticoso il transito.

E’ da evitare o quanto meno da limitarne l’uso  in soggetti affetti da stitichezza, appendicite.

L’assunzione di carbone può  rendere le feci nere , questo non comporta alcuna patologia, ma semplicemente la presenza del carbone stesso.

Carbone vegetale dove si compra e quanto costa

Il carbone vegetale è ormai reperibile anche in alcune salumerie ben fornite, il suo utilizzo è sempre più diffuso.

In erboristeria il carbone attivo in polvere viene venduto anche sfuso ad un costo di circa 5/10 euro per 100 grammi.

Le pastiglie di carbone attivo sono in vendita in farmacia, parafarmacia, erboristeria, nei centri commerciali, negli ipermercati e negli shop onlne.



About Author

Avatar per Stefano
Stefano

Articoli correlati

Lascia un commento